Noto

Il giardino di pietra

 

In provincia di Siracusa e situata ai piedi dei Monti Iblei, Noto è la capitale del Barocco. 

Dopo il terremoto del 1693 e la successiva ricostruzione, la città venne definita “Giardino di Pietra” da Cesare Brandi. Un capolavoro di urbanistica e architettura, creato sotto la guida del Duca di Camastra e realizzato da scalpellini, capimastri e artigiani capaci di lavorare sapientemente la pietra tenera del luogo. Una pietra che il tempo ha colorato con una magnifica tinta dorata e rosata e che, baciata dalla luce del tramonto, rende unica Noto.

Cosa visitare nei dintorni:

A pochi chilometri dalla città, si trovano le necropoli sicule di Castelluccio, il parco archeologico di Noto Antica, il Finocchito, Aguglia, le rovine greche di Eloro, i mosaici della Villa Romana del Tellaro, Il Santuario di San Corrado Confalonieri.

A pochi chilometri dal centro abitato è possibile visitare Noto marina, con le sue spiagge dorate e le acque limpide, Marzamemi e Portopalo, con l’Oasi faunistica di Vendicari, autentico scrigno naturale.

Da non perdere, l’isola delle Correnti, i laghetti di Cavagrande e Palazzolo Acreide.

A 20 min Siracusa

A 40 min Ragusa, Scicli e Modica (città del Barocco)